vadimoda.it

A Sanremo “Un uomo nel lampo”, in memoria di tutte le morti sul lavoro

A Sanremo “Un uomo nel lampo”, in memoria di tutte le morti sul lavoro

Sanremo, 8 febbraio 2024- A Sanremo Paolo Jannacci e Stefano Massini portano l’uomo nel lampo, storia di un operaio morto sul lavoro: un tema tragicamente attuale.

“Tra tante cose di cui non importa nessuno in questo Paese ci sono le 1.485 persone che quest’anno sono uscite di casa per andare a lavorare e non sono più tornate, sono una marea. Sono molto fiero di essere sul palco dell’Ariston perché porto non solo la mia amicizia con Paolo, ma abbiamo deciso di scrivere una canzone sul tema del lavoro”: così Massini in conferenza stampa.

“Noi nella lingua italiana usiamo la perifrasi guadagnarsi da vivere- mentre c’è qualcuno che si “guadagna da morire”. Spesso si invoca la casualità. Quello che vedrete è molto forte e molto chiaro”.

“Un operaio in fabbrica- presenta Amadeus, parlando della canzone “un uomo nel lampo”- durante il turno, un esplosione in fabbrica. I testimoni in fabbrica diranno di averlo visto sparire come in un lampo. Quell’uomo lascia un bambino di un mese, che crescerà con un’unica foto del suo papà”.

“Il lavoro è un diritto che non prevede la morte- commenta il presentatore dopo l’esibizione- proteggere i lavoratori è un dovere”

“Vi voglio dire che in questi giorni in cui siamo stati qui- dicono i due-, l’amore è stato declinato in tutte le forme possibili. Ma non si è parlato dell’amore per i nostri diritti, i diritti che ci spettano. Ognuno ha i propri amori che lo identificano, ma ha anche dei diritti, ha anche una dignità. Viva la dignità”.

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.