Spettacolo della natura nei cieli di Roma, sono arrivate le cicogne

Spettacolo della natura nei cieli di Roma, sono arrivate le cicogne

Roma – Domenica scorsa 21 agosto, intorno alle ore 18, il nostro amico Fabio Borlenghi, appassionato ornitologo, ha segnalato lungo il Grande Raccordo Anulare di Roma, all’altezza dello svincolo di Via della Pisana, l’avvistamento di uno stormo di circa cinquanta cicogne bianche che volavano basse nello spazio aereo fra le carreggiate stradali e il confine della Riserva Naturale Regionale Tenuta dei Massimi, che in un primo tempo avevano sorvolato a lungo all’interno.

Le cicogne sembravano voler cercare un luogo dove fermarsi, magari per riposarsi un po’ durante il loro viaggio migratorio verso il sud. A un certo punto alcune di loro, sei o sette, si sono posate su un ripetitore telefonico, mentre altre optavano per la sommità di alcuni pali di una linea elettrica. Tutto questo nel bel mezzo di una serie infinita di volteggi a spirale, scivolate aeree e voli battuti quasi si trattasse del backstage di uno speciale corpo di ballo mentre esegue le sue prove di danza. Bellissima e straordinaria esperienza che dimostra la possibile sinergia fra l’ecologia di alcune specie animali e le attività antropiche di noi sapiens.

“Natura in città significa anche occasione di riposo e ristoro per tante specie di uccelli durante la delicata quanto affascinante fase della migrazione – dichiara Raniero Maggini Presidente del WWF Roma e Area Metropolitana – Ogni anno il WWF in Italia con l’evento di “Urban Nature” celebra la varietà della vita che circonda le nostre case, all’interno delle nostre città e nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 ottobre tornerà a raccontare e svelare la ricca biodiversità urbana in tutto il Paese”.

Con collo, zampe e becco rossi lunghissimi, il piumaggio bianco e nero e un’apertura alare che nel maschio arriva a superare i due metri, la Cicogna bianca (Ciconia ciconia) è un grande uccello migratore presente e nidificante, con due sottospecie (‘ciconia’ e ‘asiatica’), in Europa, Nord Africa, Medio Oriente e Asia occidentale. Le due sottospecie svernano l’una nell’Africa subsahariana fino all’estremo Sud Africa e l’altra a ridosso dell’India.

In Italia la cicogna bianca è tornata a nidificare, dopo secoli di assenza, intorno alla seconda metà degli anni ’80 del secolo scorso, grazie a iniziative mirate portate avanti da volontari appassionati e in particolare dalla LIPU. Oggi in Italia si stimano circa 300 coppie nidificanti distribuite in diverse regioni. La cicogna bianca è sempre stata amata dall’uomo, fin dall’antichità. La presenza dei suoi nidi monumentali collocati sopra i camini delle abitazioni, i tetti delle chiese e le tante altre infrastrutture dell’uomo ha creato nel tempo un legame forte fra questi uccelli bellissimi ed eleganti e l’uomo stesso; quest’ultimo essendo perfino arrivato, nel fantastico, ad assegnare alle cicogne il ruolo di portatrici di bambini nelle culle delle famiglie.

A questo punto auguriamoci di poter rivedere in futuro altri spettacoli naturali, in verità sempre più frequenti, come quello di domenica scorsa a Roma.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con le notizie dall’Italia e dal mondo, clicca su questo link

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.