vadimoda.it

Sanremo 2024: Fiorella Mannoia ritrova Francesco Gabbani. Ma questa volta canteranno insieme

Sanremo 2024: Fiorella Mannoia ritrova Francesco Gabbani. Ma questa volta canteranno insieme

Sanremo 2024 è già al giro di boa. La 74ma edizione del Festival della Canzone italiana è giunto alla sua metà, con le prime tre serate che sono volate via in un batter d’occhio (si fa per dire…). Gran parte delle canzoni sono già diventate chiodi fissi per milioni d’italiani, che le ascoltano per gran parte della giornata. A casa, a lavoro, in macchina, in compagnia o da soli. Si canta e si balla a squarciagola e ciò è già un successo, a prescindere da chi uscirà vincitore sabato notte. (Clicca qui per rimanere aggiornato, minuto per minuto, su Sanremo 2024).

Mannoia-Gabbani: da Sanremo 2017 al duetto

Prima della finale, però, di acqua sotto i ponti ne deve passare molta. A cominciare dalla serata cover e duetti, in cui tutti e 30 gli artisti in gara si esibiranno insieme a cantanti esterni. E di storie nelle storie ce ne sono a valanga, anche se una merita di essere citata nel dettaglio. Si tratta del duetto composto da Fiorella Mannoia e Francesco Gabbani, i finalisti a Sanremo 2017. Ovvero l’edizione passata alla storia per l’inaspettato successo dell’artista toscano, con quest’ultimo che s’inchinò al cospetto di Mannoia al momento dell’annuncio della sua vittoria (guarda qui il video). Un gesto teatrale ma spontaneo, quasi a voler chiedere “scusa” a Fiorella che già assaporava la sua prima vittoria al Festival, ma che invece si è dovuta accontentare del secondo posto. Ma tant’è, Sanremo è così e le sorprese sono all’ordine del giorno.

Gabbani, da quel giorno, di carriera ne ha fatta e come. E’ passato dall’essere uno “sconosciuto” di successo ad un’artista riconosciuto ed apprezzato in Italia e non solo, anche a causa del suo essere fuori dagli schemi. Considerato da molti colleghi un galantuomo, ultimamente è salito ancor più alla ribalta per aver fatto da colonna sonora con “Spazio tempo” nella serie Rai “Un Professore”. Insomma, ha già fatto molto, ma ha solo 41 ed una carriera lunghissima davanti. Per Mannoia le parole si sprecano: ormai sulle scene da oltre 40 anni, è amata dalla “vecchia scuola”, cioè da coloro che hanno qualche capello bianco in più, ma anche dalle nuove leve. Un amore frutto non solo della sua voce, ma anche per la sua eleganza e il non aver paura di prendere posizioni su questioni rilevanti. Senza contare i numerosi riconoscimenti di prestigio, che non si contano più.

La finale Gabbani-Mannoia del 2017, nel corso degli anni, ha creato una serie di falsi miti. Uno in particolare, ovvero quello secondo cui i due non si sopportassero, con la Mannoia che si sarebbe legata al dito quel mancato trionfo.  Una narrazione (o meglio, maldicenza) smentita però dalla diretta interessata in una recente intervista al portale Rockol.it. Ha definito “nobile” il gesto di Gabbani, in grado anche di commuoverla: “Ci vogliamo bene”. Insomma, un forte schiaffo alle menzogne da social o alle dicerie popolari in grado solo di gettare fango.

Ad ormai 7 anni di distanza Gabbani e Mannoia si esibiranno in un duetto con “Occidentali’s Karma” e “Che sia benedetta“, ovvero le due canzoni con cui arrivarono in finale nel 2017. Una perfetta chiusura del cerchio.

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.