vadimoda.it

Problemi Dazn, arrivano i rimborsi per gli utenti: come richiederli

Problemi Dazn, arrivano i rimborsi per gli utenti: come richiederli

Roma – Dazn offre un rimborso ai tifosi dopo i problemi denunciati da molti utenti nella penultima giornata del campionato di Serie A, in particolare in relazione alla visione della partita Inter-Napoli. Un quarto di abbonamento mensile sarà corrisposto automaticamente a chi ha avuto il disservizio. I rimborsi, con accredito o voucher, verranno effettuati a partire da questa settimana.

La decisione è stata presa, dopo l’incontro dei vertici dell’azienda con il ministro delle Imprese e Made in Italy Adolfo Urso e quello per lo Sport Giovanni Andrea Abodi. Presenti anche Giacomo Lasorella, presidente AgCom, il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini e Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Serie A. Dazn ha fornito dettagliata descrizione del disservizio che ha interessato due delle dieci partite disputate il 4 gennaio 2023 e di queste una parte degli abbonati. “Nel sottolineare che il disservizio è stato causato da un partner globale esterno incaricato di gestire la distribuzione del traffico sui server e ha avuto una dimensione molto più circoscritta rispetto a quanto occorso la scorsa estate, Dazn ha descritto come il proprio monitoraggio abbia tempestivamente rilevato il malfunzionamento e disposto il completo ripristino del servizio”, spiega l’emittente in una nota.

“Durante l’incontro, le parti hanno approfondito le soluzioni per rimborsare i clienti impattati e le azioni sia per accelerare gli investimenti già da tempo pianificati sia per apportare significative ottimizzazioni organizzative. Su richiesta di tutte le istituzioni presenti, Dazn ha assicurato che si attiverà, senza attendere la richiesta da parte degli utenti, per corrispondere automaticamente a tutti gli impattati un quarto dell’abbonamento mensile – spiega Dazn -. L’indennizzo avverrà attraverso accredito dell’importo secondo le modalità di pagamento prescelte da ciascun cliente oppure mediante rilascio di voucher. La procedura di rimborso sarà attivata già a partire da questa settimana e sarà completata entro l’inizio di febbraio. Ciascun utente interessato riceverà comunicazione con conferma del rimborso all’indirizzo mail associato al proprio account”.

“Per garantire un ancora più efficace presidio delle infrastrutture tecnologiche per la distribuzione dei contenuti ed una loro ancor più efficiente gestione, il Gruppo Dazn ha annunciato una modifica dell’attuale assetto organizzativo di Gruppo con la creazione di un Network Operation Center (Noc) in Italia. Questa nuova unità, dedicata specificamente all’infrastruttura tecnologica e alla rete italiana, permetterà di creare ulteriori competenze a livello di mercato e di trasferire al team locale la responsabilità del monitoraggio della qualità del servizio e dell’instradamento del traffico dei clienti”, conclude Dazn.

“Dazn deve anche risarcire gli utenti”

Salutato come una vittoria per i consumatori, l’incontro di ieri presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy sull’ennesimo caso di disservizi sulla piattaforma Dazn ha fatto riemergere una serie di criticità che, dopo due anni, non sono state ancora risolte. Questo il giudizio dell’associazione Codici, critica nei confronti dell’azienda.

“L’assunzione di responsabilità da parte di Dazn era ovvia e scontata – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, non poteva fare diversamente di fronte ad una realtà sotto gli occhi di tutti. Il ritorno del campionato di calcio di Serie A è stato segnato da disservizi, in particolare per la partita Inter-Napoli del 4 gennaio. Sorvolando sugli impegni e sugli annunci di Dazn, di cui sinceramente siamo stanchi, registriamo il rimborso automatico degli utenti danneggiati di un quarto dell’abbonamento, ma non il risarcimento, che a nostro avviso è invece doveroso. Ci sono utenti che hanno dovuto attendere mezz’ora prima di poter vedere la partita. È normale? No, soprattutto se consideriamo che parliamo di questioni che si trascinano da oltre due anni. Non è possibile andare avanti con interventi tampone, promesse ed annunci. I disservizi continuano e per i consumatori non è nemmeno semplice far valere i propri diritti. Basta guardare la procedura di rimborso pubblicata sul sito di Dazn, una serie di richieste accompagnate da paletti stringenti, quasi un percorso ad ostacoli che scoraggia l’utente a fare reclamo. Non va bene. Gli utenti hanno il diritto di usufruire di un servizio e non di un disservizio, e in caso di problemi devono essere messi nelle condizioni di far valere i propri diritti in maniera semplice, non con un iter che sembra rivolto ad addetti ai lavori. Prendiamo atto dell’ennesimo impegno di Dazn e continueremo a vigilare sulla situazione per tutelare i consumatori”.

Il rimborso di un quarto di abbonamento per gli utenti danneggiati dai disservizi durante le partite Inter-Napoli e Udinese-Empoli del 4 gennaio sarà automatico, stando a quanto annunciato da Dazn, e sarà completato entro l’inizio di febbraio. In caso di mancato rimborso è possibile rivolgersi all’associazione Codici, a disposizione anche per fornire assistenza anche in caso di disservizi. È possibile telefonare al numero 06.55.71.996 o scrivere all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.