Giornata Mondiale della Vitiligine 2022: il 25 giugno per sensibilizzare sulla malattia della pelle

Giornata Mondiale della Vitiligine 2022: il 25 giugno per sensibilizzare sulla malattia della pelle

Tutto inizia con una macchia bianca in un punto del corpo: si manifesta così la vitiligine, la malattia della pelle che nel mondo colpisce circa 100 milioni di persone. Il 25 giugno di ogni anni si celebra la Giornata Mondiale della Vitiligine, proprio nel giorno della morte della popstar Michael Jackson, che ne era colpito , con l’obiettivo di informare, prevenire e sensibilizzare su questa malattia, molto diffusa, ma a cui spesso non si dedica la giusta attenzione. proprio nel giorno .

far conoscere la patologia e creare maggiore consapevolezza sono stati anche diversi personaggi famosi. Oltre a Michael Jackson, sono molti i personaggi famosi colpiti dalla vitiligine, che hanno contribuito a far conoscere questa patologia e ad aumentare la consapevolezza nei suoi confronti:  la modella Winnie Harlow, il premier Edouard Philippe, l’attrice Kasia Smutniak, ideatrice di  un filtro Instagram, Beautyligo, che permette di vedere com’è il proprio volto con le macchie.

Cos’è la vitiligine

La vitiligine è un’alterazione cutanea che provoca macchie bianche in alcune parti del corpo, dovute all’assenza di melanina: in questi punti la pelle non possiede sufficienti melanociti, oppure quelli che esistono non funzionano a dovere. I melanociti producono il colore cutaneo, ad esempio, consentono di abbronzarsi. Un’area della pelle con pochi melanociti, o con melanociti alterati nella loro funzionalità, si schiarisce e resta bianca.

Risultano, però, ancora incerte le cause, anche se spesso la vitiligine si manifesti in concomitanza di altre patologie, come i disturbi della tiroide. Non si consce un vero e proprio fattore scatenante.  Non si può nemmeno definire con precisione l’inizio della malattia: ad alcune persone compare nel corso degli anni, altre ci nascono.

Nelle maggior parte dei casi i sintomi della vitiligine sono assenti: le macchie sulla pelle di colore bianco non provocano, infatti, prurito, bruciore o altri sintomi, ma si limitano alla differenza di colore rispetto alla cute sana circostante. Le zone più colpite sono volto, mani e piedi, oltre a gomiti, ginocchia e altre parti nel tronco. In alcuni casi, può colpire anche capelli o peli che diventano bianchi. Può manifestarsi a qualsiasi età, ma la fascia di popolazione più colpita è tra i 10 e i 30 anni. Si stima che il picco si verifica attorno ai 20 anni senza grandi differenze tra uomini e donne.

L’evento: Open Day Vitiligine dell’Ospedale Israelitico

“Domenica 26 giugno, dalle ore 16:00 alle ore 19:00, presso la sede del Poliambulatorio di Piazza S. Bartolomeo all’Isola, 21, ti aspettiamo con l’Open Day Vitiligine dell’Ospedale Israelitico – è quanto si legge sul sito dell’Ospedale Israelitico -.  In occasione del World Vitiligo Day, l’Ospedale Israelitico di Roma, centro d’eccellenza nel panorama sanitario per la Fotodermatologia e la Cura della Vitiligine, promuove la manifestazione internazionale con lo scopL’ospedale Israelitico di Roma organizza un open day, con visite gratuite e informazioni ai partecipanto di informare e formare su una malattia che colpisce indistintamente donne, uomini, bambini e che si caratterizza per la comparsa di macchie bianche non pigmentate. L’equipe di dermatologi, guidati dal Prof. Giovanni Leone, Coordinatore scientifico e dal Dott. Andrea Paro Vidolin, Responsabile del Centro di Fotodermatologia e Cura della Vitiligine dell’Ospedale Israelitico, saranno a completa disposizione per consulenze e suggerimenti per il controllo della pelle.

Nella prima parte dell’Open Day gli specialisti del Centro di Fotodermatologia e Cura della Vitiligine dell’Ospedale Israelitico offriranno un momento di informazione, approfondimento e dialogo sul tema della fotodermatologia e sulla cura della Vitiligine. Dalle 17:00 al via gli screening fotodermatologici, con i medici che effettueranno visite e controlli gratuiti. Al termine del check dermatologico verrà rilasciata anche la “skin card” dell’Ospedale Israelitico, una tessera utile a classificare il fototipo di ogni singolo paziente e fondamentale per l’inizio di un percorso dermatologico. L’accesso alle visite fotodermatologiche è gratuito e senza impegnativa. Per info e registrazioni è sufficiente rivolgersi al numero 06602911 o consultare il sito internet www.vitiligineospedaleisraelitico.it“.ù

(Foto – Facebook @Winnie Harlow)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Salute e Benessere
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con le notizie dall’Italia e dal mondo, clicca su questo link.

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.