Andi Roma: al via la campagna contro le fake inserzioni odontoiatriche

Andi Roma: al via la campagna contro le fake inserzioni odontoiatriche

Roma – Oltre 150 mila persone raggiunte, con un incremento di 4mila al giorno, oltre cento condivisioni sui social. E’ il risultato dopo soltanto un mese, della campagna contro la pubblicità ingannevole in odontoiatria, promossa da Andi Roma, l’Associazione dei Dentisti di Roma insieme al Movimento Consumatori Roma, attraverso due canali: i social e un numero dedicato (351-7015430), con il quale i cittadini sono invitati a segnalare forme di pubblicità scorretta. “Studi dentistici che promettono cure lampo a prezzi stracciati, interventi miracolosi a poche decine di euro o assicurano competenze uniche per risolvere determinati problemi. Il web è ormai invaso da queste forme di pubblicità che non solo illudono per poi deludere il paziente ma creano una distorsione del mercato e colpiscono l’affidabilità della professione odontoiatrica – afferma il presidente di Andi Roma, dott. Gilberto Triestino -. Nel giro di pochi giorni il telefono è stato preso d’assalto, a testimonianza che il problema è molto sentito. I pazienti reclamano chiarezza e serietà. Le segnalazioni verranno raccolte e selezionate per poi trasmetterle alle competenti autorità”.

“Nonostante la legge di Bilancio 2019 abbia introdotto il divieto definitivo di comunicazioni pubblicitarie, promozionali e suggestive da parte di professionisti e strutture sanitarie, taluni professionisti tramite il web e i social hanno contravvenuto a questo divieto – sottolinea Triestino -. Le cure non si vendono e non si pubblicizzano con offerte speciali come un dentifricio. La tutela della salute orale non deve essere strumento di arricchimento spregiudicato sulla pelle del cittadino paziente che ha diritto di essere curato e non fuorviato”.

La pandemia ha aggravato questo problema: “I due anni di pandemia hanno creato una situazione selvaggia sul web. Società di capitale invadono il mercato con prezzi eccessivamente bassi e fanno concorrenza senza offrire qualità” aggiunge il vicepresidente di Andi Roma, dott. Nicola Illuzzi. “Bisogna riportare al centro il paziente – conclude Triestino – e i principi del Codice Deontologico”.

(Il Faro online)
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con le notizie dall’Italia e dal mondo, clicca su questo link.

administrator

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.